Home REGOLAMENTO

REGOLAMENTO

REGOLAMENTO

verticale-coloreREGOLAMENTO ATLETI

1° Campionato Italiano Mud Run 2015

ART. 1

Il primo Campionato Italiano Mud Run è organizzato dalle ASD ISL e WWPO in colalborazione con le associazioni organizzanti le prove valide per il campionato, e precisamente:

  • ASD W.W.P.Organization
  • ASD Green Energy Crazy Run
  • ASD Italian Sport Lab
  • ASD PRO-SPORT
  • Si:s:com Srl
  • ASD OutdoorXform
  • ASD Wild Life Forever

ART. 2

Il campionato Italiano si svolgerà secondo il seguente calendario di prove:

9 MAGGIO TOSCANA FIRENZE INFERNO RUN
31 MAGGIO CALABRIA TORTORA MARINA MUD RUN
20 GIUGNO LAZIO GUIDONIA GLADIATOR RACE
21 GIUGNO PIEMONTE BOVES PARMIGIANO HARD RUN
28 GIUGNO LAZIO FROSINONE ITALIAN MUD RUN EXPERIENCE
5 LUGLIO LOMBARDIA ROGENO GREEN ENERGY CRAZY RUN
2 AGOSTO EMILIA ROMAGNA PARMA NOCETO PROFI  MUD RUN
4 OTTOBRE EMILIA ROMAGNA MODENA LA MATTA CORSA

 

ART. 3

Il campionato è aperto a chiunque abbia compiuto i 18 anni entro la data della prima prova e verranno suddivisi nelle seguenti categorie:

  • Categoria uomini
  • Categoria donne

 

ART. 4

I concorrenti dovranno essere in possesso di un certificato medico di idoneità all’attività agonistica B1 relativo alla pratica dell’atletica leggera o altra disciplina, in corso di validità, rilasciato da un medico della federazione medici sportivi.

E’ facoltà dei singoli organizzatori consentire la partecipazione alle proprie manifestazioni anche agli atleti non in possesso di detto certificato, in questo caso non competitivamente, senza attribuzione di punteggi.

Il campionato vuole anche essere aperto ad atleti senza grandi esperienze, ma si raccomanda comunque prudenza ed una preparazione adeguata alle distanze da percorrere ed agli ostacoli da superare.

 

ART 5.

La classifica finale del 1° Campionato Italiano Mud Run 2015, sarà stilata sulla base della somma dei tre migliori punteggi (la miglior media) ottenuti da ogni singolo atleta. Ogni atleta dovrà quindi partecipare ad almeno tre prove delle gare facenti parte il Campionato Italiano per poter essere inserito nella classifica finale.

Saranno premiati anche gli atleti che avranno il maggior numero di punti in assoluto.

Il servizio di cronometraggio sarà effettuato elettronicamente da personale qualificato individuato da ogni singola società organizzatrice.

 

ART. 6.

Ad ogni singola prova, i punteggi saranno così assegnati:

  • 1° posto punti 100
  • 2° posto punti 80
  • 3° posto punti 70
  • 4° posto punti 65
  • 5° posto punti 60
  • 6° posto punti 55
  • 7° posto punti 50
  • 8° posto punti 45
  • 9° posto punti 40
  • 10° posto punti 35
  • 11° posto punti 30
  • 12° posto punti 25
  • Dal 13° al 40° classificato punti 20
  • Dal 41° al 50° classificato punti 10
  • Dal 51° all’ultimo classificato punti 5

Nel caso di gare a coppie, i punteggi verranno assegnato come sopra ad ognuno dei due atleti componente la coppia.

 

ART. 7

I percorsi di gara, che misureranno un minimo di km 6, avranno un numero minimo di dieci ostacoli che potranno essere di varia natura a discrezione ed insindacabile giudizio della società organizzatrice la singola prova. Gli ostacoli dovranno essere obbligatoriamente e correttamente superati da ogni atleta pena il conteggio della penalità pari a minuti 4 per ogni ostacolo rifiutato o non correttamente superato.

Modalità alternative di penalizzazione possono essere previste da ogni singola corsa purché siano uguali per tutti i partecipanti e rispettino il concetto che non sia più conveniente aggirare o rifiutare l’ostacolo piuttosto che provare a superarlo.

Ogni concorrente dovrà obbligatoriamente rispettare il regolamento della singola manifestazione e in particolare essere in possesso ad ogni prova di (pena la squalifica):

  • Pettorale personalizzato, fornito dall’organizzazione, che dovrà essere puntato anteriormente ed esteriormente a maglie o giacche, lo stesso dovrà essere sempre ben visibile in tutta la sua dimensione.
  • chip per rilevamento cronometrico fornito dall’organizzazione.

Sono vietate calzature chiodate o l’uso di catenelle e ramponi.

ART. 8

Ogni singola prova, avrà un proprio regolamento e programma che gli atleti saranno tenuti obbligatoriamente a rispettare. Ogni associazione organizzatrice sarà unica responsabile della corretto e regolare svolgimento e buona riuscita della propria prova, nonché della comunicazione dei risultati ufficiali.

 

ART. 9

Il comitato organizzatore del 1° Campionato Italiano MUD RUN, si riserva il diritto in qualsiasi momento, di modificare il calendario di gara, aggiungere e\o eliminare previo preavviso di almeno 15 giorni, prove del campionato stesso.

 

ART. 10

I concorrenti partecipanti alle competizioni autorizzano espressamente la stampa ed il comitato organizzatore ad utilizzare e pubblicare le immagini, viedo e foto realizzate durante le gare

 

ART. 11

I concorrenti parteciperanno alle gare nella piena conoscenza dei rischi che lo svolgimento di queste competizioni comportano. I concorrenti partecipano sotto la propria responsabilità, le organizzazioni declinano ogni responsabilità in caso di morte, incidente, infortuni o defaillance fisica. I concorrenti in fase di iscrizione, saranno tenuti a firmare una dichiarazione di scarico di responsabilità nei confronti di ogni singola organizzazione nonché del comitato organizzatore del Campionato.

 

ART. 12

All’atto dell’iscrizione, i concorrenti riconosceranno di aver preso conoscenza del presente regolamento e di accettarne i termini. Eventuali reclami dovranno essere presentati entro un’ora dal termine di ogni singola prova accompagnati da € 50,00 di cauzione, che verranno restituiti solo in caso di accettazione del reclamo stesso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: